Scegli pure la tecnica di rilassamento che vuoi, ma impara come poter ottenere uno stato di rilassamento ogni volta che lo desideri.

Se soffri di attacchi di panico è importante padroneggiare una tecnica che può aiutarci a rilassare.

In questo articolo ti spiego perchè è importante il rilassamento.

LE SENSAZIONI FISICHE COME LA TACHICARDIA, LA PALPITAZIONE, IL SENSO DI OTTUNDIMENTO ALIMENTANO IL CIRCOLO VIZIOSO DEL RIPETERSI NUOVAMENTE L’ATTACCO DI PANICO.

Ciò accade perchè quando hai un attacco di panico ti concentri solo sui sintomi fisici e non riesci a distogliere l’attenzione da essi, rilassandoti.

Sappiamo bene che la mente influenza tramite i pensieri il corpo. Può, ad esempio, interpretare e dare un significato negativo ad un evento, ad una situazione e, quindi, può scatenare i sintomi fisici di stress ed oppressione con tachicardia, respiro affannoso, confusione e via dicendo.

E’ altrettanto vero che anche il corpo, o meglio tramite quello che noi percepiamo dal nostro corpo diamo seguito a pensieri ed emozioni positive o negative.

In parole molto semplici, se il mio corpo vive un’esperienza spiacevole io avrò pensieri negativi e di stress, mentre al contrario se il mio corpo avverte un’esperienza positiva io avrò pensieri piacevoli e di rilassatezza.

Quindi tramite il corpo posso mandare segnali positivi alla mia mente. E come realizzo tutto ciò? Tramite, appunto, il rilassamento.

Tante sono le tecniche di rilassamento corporeo: iscriviti ad un corso di yoga, impara a padroneggiare la respirazione, apprendi la mindfulness, impara il training autogeno…insomma qualunque sia la tecnica non potrai che trarne grande beneficio.

Se vuoi condividere la tua esperienza, condividi una tecnica di rilassamento che possa essere d’aiuto anche agli altri.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile usare questi tag e attributi HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>